Giovedi 8 Dicembre

F1, Ricciardo tra balli, ambizioni e follie: “bere dalla scarpa? L’alcol uccide i germi”

LaPresse/Photo4

Daniel Ricciardo pronto per il Gran Premio d’Italia anche se il circuito di Monza non è favorevole alle Red Bull

E’ tutto pronto per il Gran Premio d’Italia. I piloti della F1, dopo il Gp del Belgio fanno tappa a Monza, dove regaleranno puro spettacolo a tutti i tifosi italiani. Tra i protagonisti della stagione 2016 di F1 c’è un eccellente Daniel Ricciardo che sta dimostrando, con la sua Red Bull, di essere competitivo e che arriva in Italia, sua terra d’origine, con tre podi alle spalle.

LaPresse/Photo4

LaPresse/Photo4

Quello di Monza non è mai stato un circuito favorevole alla Red Bull, ma credo che quest’anno saremo competitivi. A Monza ci sono molti rettilinei e staccate mozzafiato, se hai il passo gara puoi fare tanti sorpassi, come mi è capitato nel 2014. Un altro podio sarebbe fantastico, penso alle foto della folla che ho visto nelle ultime edizioni, anche se non avrò la tuta rossa…“, ha dichiarato l’australiano in un’intervista a La Gazzetta dello Sport.

LaPresse/Photo4

LaPresse/Photo4

Una stagione che ha lasciato tutti stupiti quella 2016 delle Red Bull: “siamo andati oltre le attese. Fare pole position e podi è stato sorprendente, considerando che abbiamo avuto il motore solo alla fine della scorsa stagione. In inverno, dopo i test, pensavo che la Ferrari avrebbe conteso molte vittorie alla Mercedes. Ma il loro sviluppo si è fermato e adesso siamo davanti, anche se combatteremo ancora (per il 2° posto iridato; ndr) da qui alla fine“, ha aggiunto Ricciardo che pensa già alla prossima stagione, nella quale la Red Bull può puntare alto: “l’aerodinamica è sempre stato il punto forte della Red Bull. Spero che lo rimanga. Se sarà così, potremo lottare per le vittorie e magari anche per il Mondiale contro la Mercedes“.

LaPresse/Photo4

LaPresse/Photo4

Impossibile poi non parlare del folle gesto di bere lo spumante dalla scarpa: “lo faceva un gruppo di surfisti e pescatori un po’ pazzi in Australia, poi il mio amico Jack Miller ad Assen quando ha vinto in MotoGP. Ma tranquilli, l’alcol uccide tutti i germi”, ha scherzato Ricciardo che poi racconta che ama fare pazzie e…ballare: “ad agosto ho fatto un viaggio in auto con quattro amici negli Usa e ho incontrato alcuni deejay a Los Angeles. Quando la musica mi piace, io devo ballare. Pensavo di farlo bene, ma poi ho riguardato i video e sembro sotto l’effetto di droghe. Invece no, ero solo felice“, ha concluso il pilota della Red Bull.