Martedi 6 Dicembre

F1, Paul Hembery svela le incognite del Gp di Sepang: “sarà una gara estrema”

LaPresse/Reuters

In vista del Gp della Malesia che andrà in scena nel prossimo week-end, Paul Hembery sottolinea le novità del circuito malese

Il Gran Premio della Malesia ha in comune con il vicino Gran Premio di Singapore, che l’ha preceduto, una sola cosa: l’umidità. Il tasso si aggira intorno all’80%, conseguenza di piogge torrenziali tropicali quasi quotidiane.

LaPresse/Photo4

LaPresse/Photo4

Le curve veloci e lunghe e le temperature elevate che caratterizzano Sepang sono uno dei motivi per cui per la prima volta da Silverstone Pirelli ha scelto di portare le tre mescole più dure nella gamma: P Zero Orange hard, P Zero White medium e P Zero Yellow soft. La pista è stata completamente riasfaltata, dopo una chiusura di tre mesi a inizio anno, per cui sarà meno abrasiva di prima. La nuova superficie dovrebbe far sì che la pista sia molto meno irregolare. “La Malesia è una gara davvero estrema e rappresenta un vero test per i pneumatici – commenta Paul Hembery – con temperature elevate e alti carichi nei curvoni veloci. Il meteo inoltre può cambiare di colpo, trasformando la pista in un lago.

LaPresse/Photo4

LaPresse/Photo4

Questo rende il weekend di Sepang molto vario, ed è difficile seguire l’evoluzione della pista. Quest’anno, poi, c’è la grande incognita della superficie della pista, che è completamente nuova. In passato abbiamo visto un gran numero di pit stop ed è probabile che anche questo weekend assisteremo a più soste per la maggior parte dei piloti: ovviamente, adesso che i team hanno tre mescole tra cui scegliere, questo apre a un ampio ventaglio di variabili in termini di potenziali strategie di gara“. (ITALPRESS)