Domenica 11 Dicembre

F1, la famiglia Schumacher porta in tribunale la rivista ‘Bunte’: si prevede un maxi risarcimento

LaPresse/PA

Per aver divulgato notizie false sulle condizioni di salute di Schumacher, la rivista Bunte dovrà pagare una cifra che si aggira tra i 40.000 e i 100.000 euro

E’ finita nelle aule di tribunale la questione tra la famiglia Schumacher e la celebre rivista Bunte che, lo scorso dicembre, aveva divulgato la falsa notizia che Michael potesse fare qualche passo con l’aiuto dei terapisti, così come di sollevare un braccio.

Foto Lapresse

Foto Lapresse

I parenti dell’ex campione tedesco hanno deciso di affidarsi al noto avvocato Felix Damm il quale ha sottolineato come la divulgazione delle informazioni riguardanti la salute dell’ex pilota di Formula 1 sono state una violazione delle leggi sulla privacy. “Non può camminare” ha ribadito l’avvocato, aggiungendo che per la famiglia Schumacher non sarebbe giusto divulgare le reali condizioni di Michael a causa della sua storia. Dal canto suo, il legale della rivista ha rigettato le accuse, svelando di aver ricevuto le informazioni da una fonte attendibile, che aveva una buona conoscenza delle condizioni di Schumacher. Secondo le prime indiscrezioni, il giudice della corte di Amburgo, sede del processo, la famiglia di Michael verrà risarcita con una cifra che dovrebbe aggirarsi tra i 40.000 ed i 100.000 euro, ma per avere la certezza bisognerà attendere il mese prossimo, quando verrà pubblicata la sentenza.