Martedi 6 Dicembre

F1, incredibile affondo di Verstappen: che schiaffo dell’olandese alla Red Bull

LaPresse/Photo4

Dopo la cattiva partenza di Monza, Verstappen ha scaricato sul team la colpa per l’errore al via

Una gara rovinata subito dopo lo spegnimento dei semafori, un errore marchiano che ha condizionato la gara di Max Verstappen, partito settimo e ritrovatosi dodicesimo dopo poche curve.

LaPresse/Photo4

LaPresse/Photo4

Il sistema anti-stallo ha giocato un brutto scherzo al pilota olandese che, intervenuto al programma tv Peptalk, ha scaricato sul team la colpa per la cattiva partenza. “Ho effettuato una normale procedura di partenza, ma il numero di giri è sceso troppo perché avevamo impostato la vettura un po’ troppo aggressivaInvece di spegnersi come una vettura stradale, la nostra ha un programma nel motore che va ad inserire la folle molto rapidamente. Ma devi schiacciare di nuovo la frizione e poi mettere la prima: questo costa parecchio tempo. E’ stato un errore del team, ma queste cose possono accadere. Ogni settaggio viene fatto il più vicino possibile al limite per cercare di avere una buona partenza, ma questa volta è andata male. Però nel resto della stagione abbiamo fatto delle buone partenze, quindi può capitare. Si vince e si perde insieme – ha continuato Verstappenquesto genere di cose può accadere, ma naturalmente analizzeremo tutti i dati per capire quello che può essere migliorato. Ma dopo la gara la squadra mi ha già spiegato nel dettaglio cosa è andato storto“.