Venerdi 9 Dicembre

“Esonerare è sbagliato”, Zamparini ma è uno scherzo? A Palermo sono senza… parole!

anastasi davide

Dichiarazioni davvero incredibili quelle del Presidente del Palermo Maurizio Zamparini: ecco il pensiero del numero uno rosanero

LaPresse/Gian Mattia D'Alberto

LaPresse/Gian Mattia D’Alberto

Palermo, Zamparini show –Quando caccio gli allenatori sono talmente incazzato che penso solo a cacciarli. Il più delle volte lo faccio per dare una sterzata, ma non funziona quasi mai. Funziona poche volte e quasi mai dal punto di vista tecnico. Può servire dal punto di vista delle motivazioni. Sarò ricordato come quello che caccia gli allenatori? Quando vado all’estero mi riconoscono tutti. Sanno che ho il primato degli esoneri, ma questa è l’immagine errata che il mondo del calcio dà di me. Un mondo che non mi piace più”. Firmato, Maurizio Zamparini. Si sì, avete letto benissimo: Maurizio Zamparini.

LaPresse/Spada

LaPresse/Spada

Palermo, Zamparini show – Dopo l’ennesimo ribaltone sulla panchina rosanero con l’arrivo imminente di Roberto De Zerbi, il Presidente del Palermo si confessa in un’intervista a ‘Repubblica’. Dichiarazioni, quelle di Zamparini, quantomeno singolari: “rapporto conflittuale con i miei allenatori? Si sbaglia. Se chiama tutti i miei ex allenatori, molti diranno che con loro ho un rapporto molto bello. Il guaio è che tanti pensano di fare tutto da soli senza confrontarsi con la società. Se Ballardini avesse allungato il contratto, come mi aveva chiesto, avrebbe fatto un affare. L’affare l’ha fatto comunque perché ora prende i soldi di un anno senza fare nulla”.

lo-zamparini-furioso-mette-dybala-all-asta-juve-in-attesaPalermo, Zamparini show – Un mangia-allenatori, Zamparini. Ma lui non ci sta e replica così: “48 cambi in 29 anni? E’ un dato gonfiato. Non puoi mettere nel conto quegli allenatori che prendi come tutor per una giornata. L’immagine che il calcio dà di me non è reale. Prima di prendere una decisione mi confronto, faccio venti telefonate, parlo con i miei dirigenti. Ho sbagliato tante volte. Sono uno dei pochi che lo ammette e chiede scusa. Credo che l’importante sia esaminare se stessi e cercare di non sbagliare più”. Se lo auguro anche tutti i tifosi del Palermo.