Venerdi 9 Dicembre

Ciclismo: grande festa ieri a Verona per Elia Viviani dopo l’oro olimpico

LaPresse/Reuters

Grande festa al Gran Guardia a Verona per l’oro olimpico Elia Viviani che è stato omaggiato dai suoi colleghi per l’impresa alle Olimpiadi di Rio 2016

La vittoria della medaglia d’oro di Elia Viviani alle Olimpiadi di Rio sarà un ricordo bellissimo per tutti i gli appassionati di ciclismo. Una vittoria che ha cancellato le amarezze della caduta di Vincenzo Nibali a pochi chilometri dal traguardo e soprattutto ad una perdita di medaglia probabile, se non una vittoria. In molti si sono congratulati con Elia Viviani: da Martinelli che lo ha elogiato sulla pagina Facebook, al Ct Davide Cassani.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Ieri alla festa della Gran Guardia a Verona, il ciclista è stato festeggiato dal comitato della Federciclismo: Carlesso e Molinaroli hanno voluto omaggiare il campionissimo italiano per aver portato il tricolore italiano in alto. Presente alla festa anche Renato di Rocco: “Viviani ha sempre avuto l’oro nella testa e, per conquistarlo, ha fatto scelte di vita molto particolari, come quella di andare in una squadra, Sky, con un occhio di riguardo alla pista», che «Elia ha fatto riscoprire agli italiani l’emozione e lo spettacolo che la pista sa dare. Ha fatto capire come si deve vivere il ciclismo dove, se cadi, devi essere capace, come lui, di rialzarsi”, ha dichiarato il presidente della Federciclismo come riportato da www.federciclismo.it.

Sul palco ci sono stati altri ciclisti di grande calibro come Eros Poli, Sergio Bianchetto, Pietro Guerra, e Francesco Moser. “Elia mi piace perché pensa che la sua medaglia sia utile al futuro dei giovani”, ha dichiarato Poli, ha fatto un’escalation, crescerà ancora e ora deve pensare al Mondiale in Qatar”, ha concluso Bianchetto.