Sabato 10 Dicembre

Ciclismo: Elisa Balsamo d’argento agli Europei di Plumelec

Fantastico argento per Elisa Balsamo agli Europei di ciclismo su strada a Plumelec, in Francia

Terzo giorno di gare a Plumelec in occasione dei Campionati Europei Strada e ancora medaglie per l’Italia. Elisa Balsamo conquista una meritatissima medaglia d’argento mentre Letizia Paternoster sfiora il podio al fotofinish. Vince la tedesca Liane Lippert, capace di resistere all’azione della Balsamo ai 500 metri finali e di staccare a sua volta l’azzurra, tagliando il traguardo con 4″ di vantaggio. Terza, in volata al fotofinish, la britannica Sophie Wright, che toglie la soddisfazione alla nostra Paternoster di una medaglia sicuramente meritata per quanto visto in gara.

Dino Salvoldi può mettere in campo una delle formazioni juniores più forti di sempre, con due campionesse del mondo su pista (Balsamo e Paternoster) e una fresca campionessa europea crono (Morzenti) quali punte di un gruppo che non manca mai al ruolo di protagonista.

Le azzurrine entrano in azione nella seconda parte della gara, dopo che si è esaurita la fuga della volenterosa Novolodskaia. Impongono il ritmo e non lasciano spazio a nessuna. Il piano alla partenza era chiaro: arrivare all’ascesa finale, la Cote de Cadoudal, con il maggior numero di azzurre. Ai 500 metri avrebbe provato Elisa Balsamo; se ripresa la volata sarebbe stata una questione per Letizia Paternoster, campionessa del mondo nella corsa a punti. Una, quindi, che non si fa certo intimidire nelle volate.

E’ andato tutto nelle previsioni, o quasi. Lo racconta la stessa Letizia Paternoster subito dopo l’arrivo: “Un finale veramente duro, ho fatto il buco per Elisa e.. andata così. Peccato per il terzo posto; ero lì, ad un soffio…”

ciclismoElisa è contenta della sua medaglia d’argento, la terza europea dopo quelle su pista (inseguimento a squadre e omnium). Il suo pensiero vola subito alle compagne di squadra, con le quali ha condotto una gara praticamente impeccabile: “Devo ringraziar prima di tutto le mie compagne di squadra, perché hanno svolto un lavoro impeccabile, chiudendo in tutte le fughe. Ho provato ai 500 metri ma… alla fine è andata così. Sono contenta. La stagione non è ancora finita.”

Una stagione comunque ricca di soddisfazioni: “E’ fino ad ora una stagione indimenticabile. Certo se avessi vinto l’oro sarebbe stata ancora migliore, ma devo fare i complimenti a Liane che ha fatto qualcosa di veramente straordinario.”

Dino Salvoldi traccia un bilancio di questa gara che ricalca le parole delle sue atlete: “Siamo arrivati ai 500 metri come volevamo, nella situazione preventivata. Elisa ha provato, com’era nei piani. Ha preso anche un po’ di vantaggio, ma la tedesca è rinvenuta con un numero straordinario. Letizia non è riuscita subito a prendergli la ruota ed è andata così. Bisogna fare i complimenti all’avversario quando riesce a mettere la ruota davanti a noi.”

Completano la bella prova di squadra il 12° posto di Nicole D’Agostin, il 35° di Silvia Pollicini, il 36° di Lisa Morzenti e il 46° di Elena Pirrone, tutte che si sono esaurite nel tenere insieme il gruppo e che hanno terminato nella parte alta della classifica.