Sabato 3 Dicembre

Cessione Milan, ecco cosa nascondono le ombre cinesi: la ‘vendetta’ di Wu e Zheng

LaPresse/Federico Ferramola

Cessione Milan che si colora di giallo: dietro le notizie riportate da Bloomberg c’è una ‘guerra’ portata avanti dai componenti della ‘vecchia’ cordata

Berlusconi e Han Li

Berlusconi e Han Li

Cessione Milan, che intrigo – Giallo sempre più intenso, ma il mistero intorno alla cessione del Milan sembra essere stato risolto in tempi relativamente brevi. Di certo, i colpi di scena dietro ‘l’affare di Stato’ che dovrebbe portare al closing intorno alla metà di novembre non mancano. L’ultimo ieri con le rivelazioni di Bloomberg TV che ha svelato come, ad aprile, la cordata pronta a rilevare il club rossonero avesse presentato un documento bancario falso.

LaPresse/Piero Cruciatti

LaPresse/Piero Cruciatti

Cessione Milan, la vendetta contro i Li – Una notizia che Sino-Europe e Fininvest hanno però subito smentito. Ma cosa c’è dietro lo scoop di un’emittente così famosa e autorevole come quella americana? Secondo ‘La Stampa’ sarebbe in corso una vera e propria ‘guerra’ tra i componenti della vecchia e della nuova cardata: a provare a gettare fango su Yonghong Li e Han Li (coloro che hanno firmato il preliminare di vendita in Sardegna lo scorso 5 agosto) sarebbero Sonny Wu e Steven Zheng i ‘grandi esclusi’ dall’affare Milan.

LaPresse/Spada

LaPresse/Spada

Cessione Milan, Fininvest tranquilla – Gsr Capital, gestita proprio dai due imprenditori cinesi, società che spingeva per la nomina di Gancikoff (braccio destro dell’ex advisor Galatioto) come nuovo amministratore delegato del club, è stata infatti ‘tagliata’ fuori nel golpe al vertice della cordata voluto dai due Li che ha portato alla firma del preliminare di vendita. E adesso si starebbe consumando una piccola vendetta: Fininvest comunque è tranquilla, i 100 milioni di caparra valgono più di qualsiasi indiscrezione di stampa.