Venerdi 2 Dicembre

Belgio, l’ex ct Wilmots rivela: “non riuscivo a vietare le sigarette a Nainggolan. Alcool? Ecco la verità”

LaPresse/ Fabio Ferrari

Nainggolan e le sigarette, poi la verità sul rapporto con l’alcool della sua squadra: l’ex ct del Belgio Wilmots allo scoperto

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Belgio, rivelazioni su Nainggolan – I perché di un fallimento europeo che a Marc Wilmots è costato caro. “Sono sincero: dopo il mio esonero ho bevuto una bottiglia di champagne insieme a mia moglie per festeggiare”, ha rivelato l’ex CT del Belgio ai microfoni dell’emittente belga VTM. Segnale di una situazione che era diventata insostenibile. Alcuni retroscena svelati da Wilmots sono destinati a far discutere, tra questi anche la vicenda legata al vizio del fumo di Nainggolan: “ho preferito che fumasse davanti a me e non di nascosto, magari avrebbe potuto innescare l’allarme della stanza e questo avrebbe creato più spesa di denaro per la federazione. Non potevo impedirglielo”.

 LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Belgio, rivelazioni su Nainggolan – Altro polemica scoppiata proprio durante l’Europeo in casa Belgio, quella che – secondo alcuni media – ha visto i ragazzi di Wilmots protagonisti al bar davanti a qualche bicchiere di troppo: “non è vero, il bar era completamente vuoto e – ha spiegato l’ex CT del Belgio – ho vietato qualsiasi bevanda alcolica prima di ogni partita. Ho acconsentito soltanto per un bicchiere di vino rosso, ma che fosse bevuto davanti a me. Di certo, visti i risultati, non è bastato.