Domenica 4 Dicembre

Apoteosi Inter, il Derby d’Italia è tuo! Icardi e Perisic stendono la Juventus [FOTO e VIDEO]

LaPresse/Spada

L’Inter supera 2-1 la Juventus grazie alle reti di Icardi e Perisic che rimontano l’iniziale vantaggio di Lichsteiner

LaPresse/Daniele Badolato

LaPresse/Daniele Badolato

Inter-Juventus, il prepartita – San Siro strapieno fino all’inverosimile, 76.000 persone nuovo record della Serie A, per una classica del calcio italiano, Inter-Juventus già di fronte alla quarta giornata. Momento non proprio positivo per i nerazzurri che faticano a trovare un’identità e con il tecnico De Boer chiamato a dare un segnale importante all’ambiente interista dopo l’inizio di campionato altalenante e la sconfitta in Europa Legue. L’olandese si affida al 4-2-3-1 con Joao Mario in cabina di regia e Eder, Banega e Candreva dietro Icardi.

LaPresse/Spada

LaPresse/Spada

Situazione diametralmente opposta per la Juventus. Grande fiducia per i bianconeri, soprattutto in campionato, regolate nell’ordine Fiorentina, Lazio e Sassuolo, mentre il pari contro il Siviglia in Champions sembra solo un piccolo incidente di percorso. Allegri lascia Higuain in panchina in favore di Mandzukic, con Dybala a completare l’attacco, la regia è affida a Pjanic mentre Lichsteiner e Benatia formano il blocco difensivo di destra, con Dani Alves e Barzagli in panchina.

LaPresse/Daniele Badolato

LaPresse/Daniele Badolato

Inter-Juventus, il racconto del primo tempo – Il match fatica a decollare, nelle fasi iniziali le due squadre si annulla a vicenda, serve una fiammata di Eder al 24’ per accendere la gara: destro dal limite dell’area finito fuori di poco. La Juventus perde Benatia per infortunio, al suo posto Barzagli, ma rischia di passare in vantaggio poco dopo: cross al bacio di Alex Sandro per Khedira che tutto solo appoggia di testa fra le mani di Handanovic. Sul ribaltamento di fronte è l’Inter a sfioraare il vantaggio: Icardi lotta fra Bonucci e Chiellini, difende palla e prova il tiro a giro che bacia il palo a Buffon battuto e si spegne sul fondo. Si va a riposo sullo 0-0.

LaPresse/Spada

LaPresse/Spada

Inter-Juventus, il racconto del secondo tempo – Parte forte l‘Inter nel secondo tempo con la Juventus che sembra soffrire l’intraprendenza nerazzurra. Un diagonale al volo di Candreva fa tremare Buffon, ma è la Juve a trovare il vantaggio: Alex Sandro sfonda sulla sinistra e mette in mezzo per Lichsteiner che anticipa tutti e firma l’1-0.

LaPresse/Spada

LaPresse/Spada

La gioia bianconera dura appena un minuto: Icardi guadagna calcio d’angolo e sugli sviluppi dello stesso corner svetta su Bonucci e segna di testa la rete del pareggio. L’Inter gioca sulle ali dell’entusiamo e la Juve subisce il contraccolpo psicologico. Asamoah perde un pallone sanguinoso, Icardi difende palla evita buffon e mette al centro per Perisic che di testa firma la rete del 2-1. Nel finale la Juventus non riesce a reagire, l’Inter difende con le unghie e con i denti il vantaggio, Banega si sacrifica fermando Alex Sandro con un fallo che gli costa il rosso, ma non c’è più tempo: l’Inter supera 2-1 la Juventus e si aggiudica il Derby d’Italia.