Mercoledi 7 Dicembre

Ancelotti tuona: “agenti troppo influenti. Ecco di chi è la colpa”

LaPresse/Reuters

L’ex allenatore di Juventus e Milan oggi al Bayern Monaco, Carlo Ancelotti, tuona contro gli agenti: “ma la colpa è dei club”

LaPresse/PA

LaPresse/PA

“I procuratori, gli agenti? Troppo influenti. Molti club gli hanno consegnato potere. La parte più importante del calcio sono i calciatori, non i procuratori e nemmeno noi allenatori“. Lo ha detto l’attuale tecnico del Bayern Monaco, Carlo Ancelotti, in una lunga intervista pubblicata da “Die Welt”, dal titolo “la rabbia del cuore non si può controllare“. L’allenatore italiano, infatti, parla di “due tipi di rabbia. Quella innescata dalla mente. A volte mi sono arrabbiato con i miei giocatori per il loro atteggiamento sbagliato. In tali situazione può esser buono per l’atmosfera generale parlare chiaro e duro. L’altra forma di rabbia viene dal cuore, dai sentimenti. Per questa rabbia non si può fare niente: non posso controllarla“, ha confessato Ancelotti. (ITALPRESS).