Venerdi 2 Dicembre

Vuelta Spagna 2016: probabili attacchi dei big o fughe da lontano nella 7ª tappa

La settima tappa della Vuelta di Spagna è molto incerta: possibili fughe da lontano o probabili attacchi degli uomini di classifica

La settima tappa della Vuelta di Spagna 2016 parte da Maceda e si conclude a Puebla de Sanabria. Un percorso di 158.5 chilometri che vede la pianura e le montagne protagoniste. I GPM registrati sono di piccola calibratura: Puerto de Allariz è il primo da scalare con pendenze del 4.4% (circa 6.8 chilometri), il secondo si trova dopo i 69 chilometri con pendenze del 4.3% (Alto de Fumaces di 11.2 chilometri). Entrambe le scalate sono GPM di terza categoria. L’ultimo drappello è quello di Alto de Padornelo, 7 chilometri con punte del 7%, ma con picchi del 10% che si trova verso i 20 chilometri da traguardo.

MeersmanUna tappa quindi anomala e molto complicata: ci potrebbero essere le classiche fughe da lontano, col gruppo dei Big che attenderanno sviluppi, oppure uno tra Chavez, Froome, Valverde e Contador potrebbe attaccare, o magari Brambilla e Felline o anche Bonifazio potrebbero partire e lanciarsi verso una fuga o accordarsi con gli attaccanti. Un’altra alternativa potrebbe essere un attacco di Philippe Gilbert o della maglia rossa Atapuma. Se si arriverà invece allo sprint finale occhio a Gianni Meersman della Etixx-Quick Step già vincitore di 2 tappe in questa Vuelta di Spagna.