Domenica 4 Dicembre

Tennis – Rogers Cup, Djokovic forte e modesto: “non credevo di vincere, poi ho alzato il livello”

LaPresse/XinHua

Rogers Cup, Novak Djokovic ammette le sue sensazioni negative prima del torneo, tramutate poi in una splendida vittoria

LaPresse/XinHua

LaPresse/XinHua

Modestia, pensiero già rivolto a Rio2016, sfiducia dopo il ko a Wimbledon: sarà stato forse un mix di questi elementi a generare nella mente di Novak Djokovic diverse sensazioni negative per la Rogers Cup. Come sempre poi, la tenuta psico-fisica del serbo ha prevalso: 6-3, 7-5 a Nishikori in finale e trofeo portato a casa. Dopo la finale, Novak Djokovic ha spiegato com’è cambiata la sua condizione durante il torneo: sono arrivato a questo torneo con l’obiettivo di vincere quante più partite possibili, ho perso al primo turno in doppio e ho faticato a prendere ritmo nei primi due match di singolare. Ho alzato il livello man mano che il torneo è andato avanti. Al servizio è andata alla grande sia con la prima che con la seconda, non ho commesso doppi falli e ho tenuto la battuta egregiamente contro uno dei migliori ribattitori nel circuito come Kei“.