Giovedi 8 Dicembre

Rio2016, coraggio da medaglia d’oro: vice console russo uccide rapinatore e salva la famiglia

LaPresse/Reuters

Il vice console russo, Marcos Cesar Feres, ha sventato un tentativo di rapina con una mossa di jiu-jitsu, uccidendo successivamente il rapinatore

Alla vigilia di Rio2016 sorgono subito i primi dubbi in merito alla sicureza. In una zona compresa tra il Parco Olimpico e il Villaggio Olimpico solo un gesto eroico e dei buoni fondamentali di jiu-jitsu hanno evitato l’enensimo episodio di criminalità che sarebbe potuto terminare nel sangue. Secondo “Agencia Brasil”, il vice console russo, Marcos Cesar Feres, mentre si trovava a bordo della sua auto con moglie e figlia nel traffico, è stato affiancato da due uomini armati a bordo di un motorino. Uno dei due rapinatori ha minacciato l’uomo puntandogli una pistola al volto, ma il diplomatico è riuscito ad disarmare il rapinatore, con una mossa di jiu-jitsu, impossessandosi dell’arma e uccidendolo successivamente. Le Olimpiadi di Rio2016 non sono ancora ufficialmente iniziate ma già è stata assegnata la prima medaglia: oro ‘al coraggio’ nel jiu -jitsu a Marcos Cesare Feres per la Russia.