Domenica 11 Dicembre

Rio 2016: Russia parzialmente esclusa e allora Putin crea le Olimpiadi “alternative” come nel 1984

LaPresse/Reuters

Le olimpiadi di Rio sono quasi pronte a debuttare senza la Russia. Ma il Paese russo avrà le sue “Olimpiadi Alternative”

putinIl caso Russia oramai sta per essere archiviato con l’esclusione degli atleti russe di alcune categorie alle Olimpiadi di Rio 2016. Per ovviare al problema e soprattutto per dare un senso agli allenamenti a tutti coloro che si sono allenati duramente in questi mesi per partecipare a Rio 2016, la Russia sta pensando seriamente a creare le Olimpiadi alternative. Queste Olimpiadi saranno disputate allo stadio Znamensky a Mosca. Si calcola un evento con 135 atleti che verranno da tutto il mondo. Secondo il Presidente Putin come riportato su it.blastingnews.com, “senza la Russia sarebbe un’Olimpiade povera e noi non condividiamo assolutamente il provvedimento che ci fa tornare agli anni ’80, al periodo dei boicottaggi”, e queste Olimpiadi Alternative sono la soluzione al problema per gli atleti russi.
Il Presidente russo ha sin da subito pensato al complotto ai danni della Russia, e molti atleti la pensano alla stessa maniera. Come una specie di “campagna anti-Russia“, dato che come si sa, gli atleti russi durante le Olimpiadi fanno incetta di medaglie.

LaPresse/Xinhua

LaPresse/Xinhua

Le contro Olimpiadi russe possono vagamente ricordare la manifestazione tenuta nel 1984, durante quindi la Guerra Fredda, quando l’U.R.S.S. prese la decisione di non andare a Los Angeles e di partecipare ad una “olimpiade” tutta sua. Ma, in questo caso, a rimpiangere le “Olimpiadi ufficiali” saranno gli atleti puliti, che con enorme sacrificio e devozione allo sport di appartenenza, saranno costretti a seguire la manifestazione brasiliana a casa seduti in poltrona a domandarsi: “cosa sarebbe successo se…”. Ma sicuramente molti di questi atleti, non vedranno le olimpiadi per rabbia e per evitare di lasciare su un fazzoletto lacrime di amarezza e di sconforto. Le olimpiadi sono da sempre la massima aspirazione per un atleta che può inorgoglire la propria nazione di appartenenza. Lo sport olimpico è ben diverso da una competizione sportiva come un torneo di calcio o di ciclismo; infatti il sudore della propria fronte è basato tutto sull’amore verso il proprio Paese.