Sabato 3 Dicembre

Rio 2016, quando una caduta aiuta a vincere: la gara di corsa diventa una gara di tuffi [FOTO e VIDEO]

LaPresse/Reuters

Caduta o tuffo volontario? La vittoria di Shaunae Miller nei 400 metri femminili fa discutere

E’ andata in scena nella notte italiana la finalissima dei 400 metri femminili. A trionfare è stata l’atleta della Bahamas Shaunae Miller, con una vittoria che ha fatto però tanto discutere. La vincitrice infatti ha tagliato il traguardo cadendo. Per alcuni si è trattato di una semplice caduta, per altri invece è sembrato un gesto fatto di proposito perchè la Miller si sentiva minacciata dall’arrivo della statunitense Felix. L’avversaria della bahamiana infatti stava raggiungendo e anche superando la Miller, che però cadendo ha tagliato per prima il traguardo.

La gara di corsa quindi si trasforma in una gara di tuffi con una vittoria che farà discutere probabilmente per molto tempo, ma che secondo i giudici non ha niente di scorretto. L’oro infatti è stato confermato alla Miller che così, soddisfatta e felice, “gongola” e si gode la vittoria.  La vincitrice è poi rimasta a terra per un po’ di tempo, forse un gesto calcolato per far pensare di essere caduta casualmente ed essersi anche fatta male, ma i sorrisi e le sue condizioni una volta alzata escludono ogni sospetto di casualità e fanno pensare sempre più che di casuale non c’è stato niente. Difficilmente la Felix riuscirà a smaltire questa delusione e questa ingiustizia. Come è possibile infatti che sia stata convalidata la vittoria alla bahamiana?

Ecco il video della gara e dell’arrivo: