Martedi 6 Dicembre

Rio 2016, Cassani fiducioso: “i grandi campioni sanno come programmarsi”

Il ct Cassani tra pressioni e ottimismo: la squadra azzurra del ciclismo può fare tanto a Rio 2016

Mancano ormai poche ore all’inizio ufficiale delle Olimpiadi di Rio 2016: questa sera, all’1.00 (ora italiana), allo Stadio Maracanà di Rio de Janeiro ci sarà la cerimonia d’apertura dei Giochi Olimpici. Nonostante siano già iniziati i tornei di calcio maschile e femminile, domani si entrerà nel vivo delle gare, con le prime sfide che assegneranno importanti medaglie.

Tra queste, quella di ciclismo, sulla quale l’Italia punta molto con Nibali, Rosa, De Marchi, Caruso e Aru.

Daniele Leone/LaPresse

Daniele Leone/LaPresse

Per adesso tutto va come previsto, senza intoppi. I ragazzi stanno bene e siamo fiduciosi“, queste le parole del ct Cassani all’Italpress. “Nibali arriva bene a questo appuntamento. I grandi campioni sanno come programmarsi e Vincenzo ha fatto benissimo a correre il Tour dopo il Giro. E’ un ragazzo intelligente ed in Francia si è messo a disposizione della sua squadra (l’Astana, ndr). Se psicologicamente sarà condizionato dal suo passaggio alla Bahrein Merida? Ora sarà ancora più tranquillo perchè sa dove andrà in futuro“, ha aggiunto il ct azzurro.

Daniele Leone/LaPresse

Daniele Leone/LaPresse

Abbiamo una buona squadra, fatta di corridori forti. I ruoli sono definiti e c’è spirito di gruppo. E posso assicurare che l’Italia si comporterà da squadra: si corre per il risultato, per i nostri colori, non per un uomo“, ha continuato Cassani.

aru nibaliC’è la possibilità che arrivi una fuga, con squadre composte di pochi corridori è più difficile tenere la corsa. A che classica assomiglia il tracciato? Direi il Lombardia, visto che non ci sono gare di un giorno con salite di nove chilometri“.

E’ vero, su di noi c’è pressione, dal premier in giù…“, ha concluso Cassani.