Sabato 3 Dicembre

Rio 2016, beach volley – Niente Olimpiadi per Rebecca Perry, ecco perché

Claudio Bernardi/Lapresse

Rebecca Perry non potrà disputare le Olimpiadi di Rio 2016 a causa della mancanza di tornei giocati in questa stagione. Al suo posto Laura Giombini

Claudio Bernardi/Lapresse

Claudio Bernardi/Lapresse

Altro giorno di caos per il beach volley italiano. Dopo la squalifica di Viktoria Orsi Toth, arriva un’altra batosta per l’Italia. Infatti la pallavolista Rebecca Perry non ha i requisiti adatti per partecipare alle Olimpiadi di Rio 2016. Il motivo? La statunitense naturalizzata non ha disputato il numero minimo di tornei necessari e di conseguenza non può giocare le Olimpiadi. Le regole impongono un minimo di 12 tornei, mentre la pallavolista ne ha disputati solo 7. Al posto della Perry è stata immediatamente chiamata la perugina Laura Giombini, compagna nei tornei di Rebecca Perry. Con Marta Menegatti, Laura Giombini ha disputato solamente 2 tornei giovanili nel 2009 e 2010. La perugina ha giocato 10 tornei e 2 presenze nelle finali dei tornei che la Fivb ha riconosciuto. Per la nazionale azzurra le cose sono ancora più complicate, perché le due beachers che affronteranno le canadesi sabato, giocano nello stesso ruolo. Il cielo brasiliano è sempre più nero per il beach volley italiano.