Martedi 6 Dicembre

Qualificazioni mondiali under 23 canottaggio: l’Italia piazza 11 barche nelle finalissime

LaPresse/Spada

Nelle qualificazioni mondiali under 23 di canottaggio l’Italia mette in finale ben 11 barche

8 maschile canottaggio under 23

Mimmo Perna

Al termine della penultima giornata di qualificazione del mondiale under 23 – l’ultima è oggi con la semifinale del singolo pesi leggeri under 23 di Federico Gherzi che ieri ha vinto il suo quarto di finale – la squadra azzurra si presenta con 11 equipaggi in finale. Ai cinque finalisti dei giorni scorsi ieri si sono aggiunti il quattro senza, il quattro di coppia e il doppio pesi leggeri under 23 maschili; il doppio pielle under 23 femminile, il quattro di coppia under 23 maschile e l’ammiraglia under 23, con a bordo le medaglie di bronzo olimpiche del due senza, Giovanni Abagnale, e del quattro senza, Matteo Lodo, che hanno remato insieme a Guglielmo Carcano, Andrea Maestrale, Niccolò Pagani, Stefano Morganti, Davide Mumolo, Alessandro Mansutti ed Enrico D’Aniello al timone, la quale, dopo un rinvio della partenza dovuto ad un problema tecnico alla barca russa, ha agguantato una splendida finale piazzandosi al terzo posto.

Mimmo Perna

Mimmo Perna

Il primo equipaggio che oggi ha centrato la finale è stato il doppio pesi leggeri under 23, di Federica Cesarini e Valentina Rodini, che ha vinto con autorevolezza la propria gara davanti ad Australia, seconda, e Germania, terza, facendo registrare anche il miglior tempo di semifinale. Il secondo armo azzurro arrivato in finale, a rinforzare gli equipaggi in lotta per la medaglia, è stato il doppio pesi leggeri under 23 maschile, di Antonio Vicino e Lorenzo Galano. Una formazione che ha vinto con mezza barca di vantaggio sul Sud Africa e di una barca sulla Repubblica Slovacca, terza. In finale, con la seconda posizione, anche il quattro di coppia under 23 di Ivan Capuano, Luca Rambaldi, Emanuele Fiume e Giacomo Gentili piegatisi solo alla Polonia.

Mimmo Perna

Mimmo Perna

Vittoria, e finalissima agguantata, anche per il quattro di coppia pielle under 23 di Alfonso Scalzone, Edoardo Buoli, Davide Magni, Gabriel Soares. Una gara vinta dall’Italia senza forzare, ma con alle spalle un arrembante Canada che ha fiaccato gli avversari con il suo rush finale piegando la Francia e piazzandosi secondo davanti alla Germania. Finale pure per il quattro senza pesi leggeri under 23 di Alberto Di Seyssel, Stefano Oppo, Piero Sfiligoi e Paolo Di Girolamo, primi grazie ad un rush finale che li ha portati a superare negli ultimi cento metri la Gran Bretagna dopo che aveva condotto la gara per quasi tutti i duemila metri.

Mimmo Perna

Mimmo Perna

Niente finale, e quindi finale B dal settimo al dodicesimo posto, per il quattro senza under 23 di Garibaldi, Laino, Lovisolo, Gerosa, sesto, per il due senza pielle under 23 di Giacosa, Cappelli, quarto, per il singolo pielle under 23 femminile di Pala, sesto, e per il doppio under 23 di Cziraki, Mancini, quinto. Domani, oltre al quarto di finale del singolo leggero assoluto maschile – barca non olimpica – e alla semifinale del singolo pesi leggeri under 23 maschile, programmate, rispettivamente per le 16.10 e per le 17.40, si disputerà la prima giornata delle eliminatorie del mondiale junior con inizio alle 9.30 e con l’Italia impegnata, fino alle 13.20, con 13 equipaggi (6 femminili e 7 maschili).