Sabato 10 Dicembre

Pokemon Go mania, gli stadi di serie A nascondono sorprese: ‘avvistamenti’ anche all’Olimpico e San Siro

Il gioco Pokemon Go sta facendo divertire tutti: dai calciatori ai tifosi. Ecco dove si possono trovare alcuni tipi di animaletti virtuali negli stadi di Serie A

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Due sono le manie dell’estate 2016: Fabio Rovazzi e i Pokemon. La prima fa ballare l’intera Italia, soprattutto gli sportivi, in particolare le giocatrici della nazionale di pallavolo femminile e il centrocampista dell’Atalanta Alejandro Gomez. La seconda, invece ha invaso i campi di allenamento delle squadre italiane come per esempio il CittadellaAnche in Brasile, alle Olimpiadi di Rio 2016, è scattata la voglia di “acchiappare questi animaletti virtuali” e persino alla Mercedes  le strategie di marketing sono basate sul gioco virtuale. Solo uno è riuscito a non far prendere questa moda estiva ai suoi giocatori: Jose Mourinho, che ha espressamente vietato l’uso dell’app prima delle partite per evitare distrazioni.

LaPresse/ Marco Rosi

LaPresse/ Marco Rosi

Secondo Ticketbis.it in alcuni stadi ci sarebbero alcuni esemplari di “animaletti virtuali” da acchiappare; all’Olimpico di Roma ci sarebbe un Pidgey e un Goldeen; al San Paolo di Napoli invece Drowzee, Caterpie e Paras; al Meazza di Milano si trova Zubat. Il campionato italiano sta per partire, e oltre ad esultare per un gol fatto o criticare la squadra per un gol subito, i tifosi possono divertirsi a giocare a Pokemon Go, nella speranza di “acchiappare” il maggior numero di animaletti virtuali.