Sabato 10 Dicembre

Olimpiadi Rio 2016: Vanessa Ferrari ipoteca la finale, che spettacolo la ginnasta azzurra

LaPresse/Spada

Con una prestazione da applausi, Vanessa Ferrari è vicinissima alla finale di ginnastica artistica individuale. Il team Italia, invece, ancora spera

La squadra italiana di ginnastica artistica femminile, inserita nella seconda delle cinque suddivisioni delle qualifiche olimpiche, mette insieme il totale di 169.396 e si piazza provvisoriamente alle spalle di Cina (175.279) e Russia (174.620), davanti al Belgio (167.838).

LaPresse/Spada

LaPresse/Spada

Purtroppo un turno alla trave con la caduta della F3 (Fasana, Ferlito e Ferrari) ha complicato il cammino delle ragazze di Casella. A livello individuale Vanessa Ferrari, dopo la delusione per l’errore sulla serie acrobatica alla trave che le preclude uno dei suoi obiettivi (“Mi dispiace perche’ in allenamento mi era venuta sempre bene. Dopo la caduta non mi sentivo piu’ un dito, credevo di essermelo rotto e cosi’ guardavo piu’ il mio piede che l’attrezzo.”) da’ la sveglia alla Rio Olympic Arena con un “Nessun Dorma” da applausi. Dallo Tsukahara avvitato in apertura al doppio carpiato finale la campionessa di Orzinuovi stoppa tutti gli arrivi e con il totale di 14.866 ipoteca la finalissima, finendo davanti alla Steingruber.

LaPresse/Spada

LaPresse/Spada

Mi sono tenuta qualche jolly per il 16 agosto – ha aggiunto Vany, sorridente e serena – oggi ho fatto l’esercizio pulito ed è andata bene. Volevo fare un regalo ai miei due fratelli gemelli, Ivan e Michele, che oggi compiono gli anni. In finale vedremo se aggiungere qualcosa, dipenderà anche dall’ordine di salita“. Più difficile che al suo fianco ci sia anche Erika Fasana, al momento quarta con 14.333. Nell’All-around invece dovrebbero quasi certamente far coppia, l’11 agosto, la Ferlito (55.599) e la Ferrari (55.265). (ITALPRESS).