Sabato 10 Dicembre

Olimpiadi Rio 2016, Vanessa Ferrari ammette: “fa male come a Londra”

LaPresse/Reuters

Le parole di delusione dell’azzurra Vanessa Ferrari dopo il quarto posto nel corpo libero alle Olimpiadi di Rio 2016

Lacrime di delusione quelle di Vanessa Ferrari. La ginnasta azzurre, come a Londra 2012, ha chiuso al quarto posto la finalissima del corpo libero alle Olimpiadi di Rio 2016. Ancora una medaglia di legno per l’Italia a questi Giochi Olimpici, la seconda consecutiva per la Ferrari. Un quarto posto che “fa male come a Londra, ma se quattro anni fa mi ero sentita derubata, ora il bronzo potevano darmelo come no. Sapevo che potevo fare meglio l’esercizio, ma l’ho fatto bene, ci ho sperato fino all’ultimo perchè ci poteva stare. Non sono più serena rispetto ad allora. Futuro? Ci sto pensando, prima torno a casa“, queste le prime parole dell’azzurra al termine della gara.

So da dove vengo, gli infortuni che ho avuto, ho dato sempre il massimo. Tutto quello che ho fatto è stato il mio massimo, nelle varie condizioni fisiche che avevo, a Pechino, a Londra, qui, ai Mondiali di Glasgow non stavo in piedi ma ho qualificato la squadra. Ho fatto tutto quello che dovevo fare e adesso sto così perchè è una grande delusione come a Londra. Nello sport c’è chi vince e c’è chi perde, a me è andata così di nuovo. Ma non potevo fare di più“, ha aggiunto la Ferrari.