Giovedi 8 Dicembre

Olimpiadi Rio 2016, tra Rachele Bruni e la francese Muller non è ancora finita

LaPresse/Gian Mattia D'Alberto

La francese Aurelie Muller fa ricorso al Tas dopo la squalifica per la scorrettezza ai danni di Rachele Bruni

Aurelie Muller non si è ancora rassegnata. Argento nella 10 km di fondo ai Giochi di Rio de Janeiro e subito squalificata per la scorrettezza ai danni di Rachele Bruni, la francese ha deciso di fare ricorso al Tas. “E’ stata la valutazione di un solo uomo, la metà della giuria non era d’accordo – spiega a ‘L’Equipe’ – Perchè? Perchè non si sono presi più tempo per rivedere e immagini? Per noi era tutto a posto“.

LaPresse/Gian Mattia D'Alberto

LaPresse/Gian Mattia D’Alberto

La Muller, però, sa che difficilmente il Tribunale cambierà il risultato della gara, che ha visto la Bruni ‘promossa’ sul secondo gradino del podio con il bronzo alla brasiliana Okimito. “Non voglio creare false speranze“, ha aggiunto la Muller alla quale ha dedicato il bronzo il connazionale Marc-Antoine Olivier, terzo nella 10 km maschile. (ITALPRESS)