Giovedi 8 Dicembre

Olimpiadi Rio 2016, Rossit svela: “sono rimasta tranquilla anche quando le staffette mi passavano davanti”

Dopo aver stacca il pass per la finale del salto in alto, Desirée Rossit esprime la sua felicità per un risultato clamoroso

E’ iniziata una nuova giornata di sfide in Brasile. Dopo le gare di canoa ecco arrivare il turno dell’atletica, con due italiane impegnate nel salto in alto: Alessia Trost e Desiree Rossit.

desirèe rossitEntrambe le azzurre sono riuscite a staccare il pass per la finale, dove proveranno a vendere cara la pelle per regalare al medagliere italiano una fantastica finale. “Ho passato sia 1,89 che 1,94 al terzo tentativo – racconta la Rossit – mi sono detta non farti vincere dall’ansia, rilassati e ho ripassato in testa cosa fare, cosa mi hanno detto gli allenatori anche Gianfranco Chessa che non è qua ma l’abbiamo fatto anche per lui. Quest’anno mi sono stupita perchè non riuscivo a saltare, poi cambiando un po’ di lavori a Bressanone ho saltato 1,97 e ho acquisito maggiore sicurezza. Primo Europeo e prima Olimpiade e tutte e due in finale, per ora va bene. Pensavo ci fossero più pressioni, invece la sto vivendo tranquilla, ho nuove sicurezze“. Un ultimo salto a 1,94 che valeva la qualificazione che ha dovuto rimandare per ben due volte: “c’erano le batterie delle staffette e mi continuavano a passare davanti e per tre volte mi hanno fatto ripartire il tempo. Io mi sono ho detto rilassati che ce la puoi fare. Questa è una pedana che spinge e dopodomani la finale sarà tosta, ma ce la faremo“.