Sabato 3 Dicembre

Olimpiadi Rio 2016, rapina Lochte – Il nuotatore cambia versione: il giallo s’infittisce

LaPresse/Xinhua

Ryan Lochte avrebbe raccontato ad un giornalista una versione diversa della rapina rispetto a quella dichiarata alla polizia

RAPINA LOCHTE – Continua ad aleggiare il mistero sulla rapina che avrebbe visto come protagonista Ryan Lochte.

LaPresse/Gian Mattia D'Alberto

LaPresse/Gian Mattia D’Alberto

Secondo un giornalista della Nbc, il nuotatore gli avrebbe raccontato al telefono una versione diversa rispetto a quella dichiarata alla polizia brasiliana, modificando alcune particolarità che potrebbero essere decisive per far luce su questa storia. Lochte avrebbe confermato la rapina ma, rispetto alla prima versione, non si sarebbe trattato di un’imboscata (la rapina sarebbe avvenuta in una stazione di benzina), né gli avrebbero puntato la pistola alla tempia ma più semplicemente verso di lui. Intanto, i suoi due compagni di nazionale coinvolti nella vicenda Gunnar Bentz e Jack Conger, dopo essere stati prelevati da un aereo in partenza per Houston, sono stati interrogati e poi portati in albergo. Ieri la giudice Keyla Blank, del tribunale speciale per i grandi eventi, aveva emesso l’ordine di perquisire gli alloggi nel villaggio olimpico dei 4 nuotatori statunitensi e sequestrare i passaporti. Lochte aveva però già lasciato il Brasile.