Mercoledi 7 Dicembre

Olimpiadi Rio 2016, rapina Lochte: due nuotatori americani obbligati a scendere dall’aereo

LaPresse/REUTERS

Per una disposizione del giudice Nigri, i due nuotatori americani devono rimanere in Brasile perchè testimoni della rapina subita da Lochte

RAPINA LOCHTE – Il caso legato alla rapina subita da Ryan Lochte continuare a far discutere ed agita la squadra statunitense impegnata ai Giochi olimpici di Rio 2016.

LaPresse/Gian Mattia D'Alberto

LaPresse/Gian Mattia D’Alberto

Dopo che la giudice Keyla Blank, del tribunale speciale per i grandi eventi, ha ordinato ai nuotatori statunitensi coinvolti nell’episodio della rapina di non lasciare il Brasile e dopo la perquisizione nei loro alloggi al Villaggio Olimpico, sia a Gunnar Bentz che a Jack Conger è stato impedito di rientrare negli Usa. I due nuotatori erano già a bordo del volo della United Airlines diretto a Houston quando sono stati fermati e fatti scendere per ulteriori indagini. Bentz e Conger devono essere riascoltati come testimoni di un fatto ancora poco chiaro e con diverse incongruenze nelle varie ricostruzioni dei fatti. Secondo quanto riporta il sito web del quotidiano “O Globo”, la polizia brasiliana, su mandato della giudice Bianca Nigri, ha deciso di fermare i due atleti Usa, dopo che gli stessi erano stati vanamente cercati sia al Villaggio Olimpico che in albergo. (ITALPRESS).