Martedi 6 Dicembre

Olimpiadi Rio 2016: profonda delusione per Rossella Fiamingo, per l’azzurra c’è ‘solo’ l’argento

LaPresse/Daniele Badolato

Nella finale per l’oro olimpico nella spada femminile, Rossella Fiamingo cede all’ungherese Szasz, portando a casa l’argento

Tanta delusione e profonda amarezza per Rossella Fiamingo nella finale per l’oro olimpico di spada femminile. L’atleta azzurra cede 15-13 all’ungherese Szasz dopo essere stata anche in vantaggio di 4 stoccate che, tuttavia, non sono bastate per portare a casa la medaglia più preziosa.

LaPresse/Daniele Badolato

LaPresse/Daniele Badolato

Prima mance che si chiude con il vantaggio dell’italiana che riesce ad andare al primo riposo in vantaggio per 6-5. Nel secondo assalto, si parte subito con un colpo doppio, prima della stoccata al piede di un’intraprendente Fiamingo. L’ungherese prova a reagire, ma l’italiana continua ad andare a segno portandosi in un baleno sul 10-6. La straordinaria sensibilità di polso porta l’azzurra sull’11-7, ma la Szasz non ci sta e mette la punta al bersaglio, salendo 11-8. L’azzurra cala improvvisamente l’attenzione e permette all’avversaria di salire fino a 10-11, prima che la Fiamingo si riporti avanti di due. Una stoccata dubbia regala all’ungherese il punto dell’11-12, punteggio con cui si chiude anche il secondo assalto. La terza manche si apre con il pareggio della Szasz, un attacco che scombussola le certezze della Fiamingo, che da lì in poi non riesce più a rientrare in gara, perdendo 15-13.