Giovedi 8 Dicembre

Olimpiadi Rio 2016, parla l’allenatore di Federica Pellegrini: “ecco cosa è successo”

LaPresse/Gian Mattia D'Alberto

Matteo Giunta, allenatore di Federica Pellegrini, spiega cosa è successo nella gara dei 200 sl femminili

Olimpiadi deludenti per Federica Pellegrini quelle attualmente in corso a Rio de Janeiro. La nuotatrice azzurra non è riuscita a salire sul podio, e quindi indossare al collo una medaglia, nei 200sl femminili, nè ad accedere alla finale della staffetta 4×200 sl femminili.

Ero morta, non me lo spiego“, queste le prime parole dell’azzurra dopo la gara dei 200sl. Nemmeno lei riusciva a capire cosa fosse successo.

LaPresse/Gian Mattia D'Alberto

LaPresse/Gian Mattia D’Alberto

C’è poco da spiegare, è venuta fuori una gara che non era quella che ci aspettavamo dopo le semifinali, vuol dire che non doveva andare. Non ci sono spiegazioni tecniche o di prestazione, Fede era serena e tranquilla, poteva abbassare il tempo del giorno prima, ai 150 metri però è arrivata un decimo più lenta e senza energie. E’ difficile spiegarlo. Se la McKeon avesse fatto 1’55”3 e Fede 1’55”1 saremmo a parlare di altro: questa è la sua seconda prestazione stagionale. Potevamo ripetere il tempo del Settecolli, ma non è venuto: come ho detto a Fede, quando s’è fatto ciò che si doveva fare, quando s’è sputato sangue in allenamento, lavorando al massimo, e si arriva quarte dispiace, fa male. Ma non c’è niente di cui incolparsi“, queste le parole di Matteo Giunta, allenatore della Pellegrini, come riportato su “La Gazzetta dello Sport”. “Sino agli ultimi giorni è sempre andata forte. A volte ti trovi in una gara in cui le sensazioni non sono le stesse sin da subito. Futuro? Ragioneremo a mente fredda con lei e Filippo, io sono disponibile“, ha aggiunto Giunta.