Mercoledi 7 Dicembre

Olimpiadi Rio 2016, non solo Detti e la staffetta 4×100 sl: ecco il riepilogo delle gare di nuoto

LaPresse/Gian Mattia D'Alberto

Record del mondo per la staffetta australiana, per Adam Peaty e per Katinka Hosszu mentre Hagino vince l’oro nei 400 misti

Il bronzo di Detti nei 400 stile libero e il sesto posto della staffetta femminile nella 4×100 sl non sono le uniche gare andate in scena nella prima giornata di nuoto ai Giochi Olimpici di Rio de Janeiro.

LaPresse/Gian Mattia D'Alberto

LaPresse/Gian Mattia D’Alberto

Oltre a quello della staffetta australiana, anche nelle batterie dei 100 rana arriva un record del mondo, lo timbra Adam Peaty che dà il via alle danze migliorando il suo precedente primato: 57″55 contro 57″92 dello scorso anno a Londra. Un “tempone” che sembra il preludio all’oro, quello che Katinka Hosszu si è già conquistata con una strepitosa finale nei 400 misti: imbarazzante la superiorità dell’ungherese, che tocca a 4’26″36, oltre due secondi meglio del precedente mondiale ed olimpico della cinese Ye Shiwen (4’28″43 del 2012). La prima medaglia brasiliana del nuoto se l’era messa al collo poco prima Kosuke Hagino che, dopo il bronzo di quattro anni fa alle spalle di Lochte e Pereira, oggi assenti, conduce i 400 misti sin dalle prime bracciate e resiste nel finale al ritorno dell’americano Chase Kalisz, preceduto di 70 centesimi (4’06″05 contro 4’06″75). Solo bronzo per il due volte campione del mondo Daiya Sato, che regge il ritmo del connazionale per tre quarti di gara prima di pagare pegno negli ultimi 100 metri in stile libero e chiudere in 4’09″71. (ITALPRESS).