Mercoledi 7 Dicembre

Olimpiadi Rio 2016: Murray spezza il sogno di Fognini, ma quanti applausi per Fabio

Niente da fare per Fabio Fognini agli ottavi di finale del torneo singolare maschile delle Olimpiadi di Rio 2016: l’azzurro fa sognare ma a volare ai quarti è lo scozzese Murray

Ancora grandi sfide in Brasile alle Olimpiadi di Rio 2016. Dopo lo splendido argento di Elisa Di Francisca nel fioretto maschile di ieri sera, è arrivata un’altra preziosa e storica medaglia per l’Italia, nel canottaggio, con Di Costanzo e Abagnale.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

A Rio però è di scena anche il tennis, dove sono rimaste ormai poche le speranze italiane. Dopo il ko del doppio femminile composto da Sara Errani e Roberta Vinci ai quarti di finale, l’attenzione si focalizza tutta su Fabio Fognini, che agli ottavi di finale del singolare maschile sfida Andy Murray.

La partita del ligure inizia in salita, con un primo set da dimenticare. Fognini  però stringe i denti e regala un secondo set spettacolare a tutti i tifosi azzurri che stanno seguendo il suo match in Brasile, ma anche a casa, in Italia. Si gioca tutto nel terzo e ultimo set: la sfida è dura, i due tennisti sono tesi e gli errori non mancano da entrambe le parti.

Il tifo è da stadio e carica al punto giusto i due tennisti, che non vogliono mollare e vogliono portare a casa a tutti i costi questa vittoria.

LaPresse/PA

LaPresse/PA

Nel terzo set domina Fognini che si porta presto sul 3-0, ma Murray non demorde e porta tutto sulla parità e prende piano piano il largo. Fognini non c’è più, a poco servono i cori per lui “Olè Olè Olè Olè, Fabio! Fabio!”, dopo due ore e 7 minuti di gioco la sfida tra Murray e Fognini finisce 6-1, 2-6, 6-3 per lo scozzese che vola così ai quarti di finale.