Venerdi 9 Dicembre

Olimpiadi Rio 2016, la delusione del Settebello: “peccato! Ci credevamo”

LaPresse/Reuters

Il ct azzurro Sandro Campagna e Mike Bodegas commentano l’amara sconfitta del Settebello contro la Serbia nella semifinale delle Olimpiadi di Rio 2016

Niente da fare per gli azzurri della pallanuoto nella semifinale delle Olimpiadi di Rio 2016 contro la Serbia. Il Settebello non ce l’ha fatta a staccare il pass per la finale di sabato per l’oro e dovrà quindi mettercela tutta adesso per cercare almeno di poter indossare al collo la medaglia di bronzo.

LaPresse/Gian Mattia D'Alberto

LaPresse/Gian Mattia D’Alberto

Una partita, quella di questa sera, che lascia l’amaro in bocca, soprattutto per la reazione, in ritardo, avuta dagli azzurri, che hanno piano piano rimontato sulla Serbia. “Peccato, abbiamo perso una grande opportunità di fare una partita che ci faceva fare il grande salto di qualità sotto vari punti di vista, non mi aspettavo un inizio così della squadra. Abbiamo preso gol che non dovevamo prendere. peccato, peccato perchè ci credevamo, ci credevo, e i ragazzi non hanno mollato, hanno giocato fino alla fine. Peccato per quel 6-0, un parziale che non rispettava molto i valori, gliel’abbiamo regalato“, queste le prime parole del ct Sando Campagna al termine della partita ai microfoni di Rai Sport. “Adesso dobbiamo concentrarci sul bronzo perchè sarebbe una vittoria molto importante. Sono tutte squadre fisiche, giocheranno così. Speriamo di partire meglio contro il Montenegro“, ha aggiunto l’allenatore italiano. “Faccio i complimenti alla Serbia perchè pe rquello che ha fatto vedere in quesi tre anni merita la finale olimpica, ma ripeto non era la Serbia di Kazan (Mondiali, ndr) e questa era una partita nella quale potevamo farli incartare un po’ prima“, ha concluso Campagna.

LaPresse/Spada

LaPresse/Spada

Abbiamo iniziato veramente male, ma dobbiamo solo tenere l’atteggiamento di questo fine partita per la prossima se vogliamo ottenere qualcosa di buono in questa competizione. Oggi sicuramente siamo delusi ma da stasera dobbiamo pensare alla prossima partita, che è l’ultima per questa squadra, dobbiamo dare tutto“, ha aggiunto Bodegas.  “Abbiamo lavorato tanto tutti insieme, non è sicuramente una semifinale che può fermare a voglia di giocare, l’ultima partita la giocheremo anche senza una gamba“, ha concluso il giocatore azzurro.