Sabato 10 Dicembre

Olimpiadi Rio 2016 – Klishina sì, Schwazer no: il Tas riammette in gara l’atleta russa

LaPresse/Fabio Ferrari

Al contrario di quanto avvenuto per Schwazer, il Tas ha concesso all’atleta russa Klishina di partecipare alle Olimpiadi perchè lontana dal sistema doping russo

Dopo aver condannato senza alcuna pietà ad otto anni di squalifica Alex Schwazer, il Tribunale arbitrale per lo sport ha accolto il ricorso di Darya Klishina contro l’esclusione dai Giochi Olimpici di Rio de Janeiro. Il Tas, ascoltate le parti, ha concesso alla russa di partecipare alla gara di salto in lungo, diventando così l’unica rappresentate della Russia nell’atletica leggera. Nel prendere la decisione, il collegio dei giudici ha tenuto in considerazione il fatto che la Klishina negli ultimi quattro anni si sia allenata negli Stati Uniti e lontano dal sistema doping russo messo in evidenza dalla relazione della Wada coordinata dal professor McLaren.