Giovedi 8 Dicembre

Olimpiadi Rio 2016, fioccano le ‘manette’ al Villaggio Olimpico: arrestato un altro pugile

Dopo il marocchino Saada, anche il namibiano Jonas è stato arrestato per molestie sessuali nei confronti di un’inserviente del Villaggio Olimpico

Secondo atleta arrestato ai Giochi, anche in questo caso un pugile e, come per il marocchino Hassan Saada, l’accusa è di molestie sessuali. Si tratta di Jonas Junias Jonas, 22enne portabandiera della Namibia. Stando alla denuncia presentata da un’inserviente che lavora al Villaggio Olimpico degli atleti, Jonas avrebbe provato ad afferrarla e baciarla, offrendole anche dei soldi in cambio di sesso. La donna è però riuscita a fuggire e si è rivolta alla polizia. Il pugile è stato arrestato e nelle prossime ore dovrebbe essere portato nel complesso penitenziario di Bangu: giovedì sarebbe dovuto salire sul ring per affrontare il francese Hassan Anzille ma a questo punto la sua esperienza olimpica può ritenersi conclusa. La scorsa settimana un caso simile aveva riguardato il pugile marocchino Saada, arrestato per molestie sessuali nei confronti di due inservienti. (ITALPRESS).