Mercoledi 7 Dicembre

Olimpiadi Rio 2016 – Dopo il caos piscine, scoppia lo scandalo mare inquinato

LaPresse/EFE

La velista belga Evi Van Acker avrebbe contratto un’influenza intestinale a causa del mare inquinato di Rio

Dopo i problemi con l’acqua delle piscine, anche quella del mare brasiliano sembra essere inquinato. La velista belga Evi Van Acker, infatti, avrebbe contratto un’influenza intestinale a causa di un batterio presente nell’acqua della baia di Rio.

LaPresse/EFE

LaPresse/EFE

E’ molto probabile che stia soffrendo a causa di un batterio che l’ha contaminata a Rio all’inizio di luglio” sottolinea l’allenatore Wil Van Bladel. “Secondo i medici è possibile che questo batterio, che causa dissenteria, sia diffuso in tutta la Baia“. L’atleta belga per adesso è settima nella classifica generale a tre regate dalla fine: “non mi sto sentendo bene. Non ho forze. Questo spiega i miei risultati pessimi finora. Provo a non pensarci durante la regata, ma non è possibile“. Nonostante s’ipotizzi che il malessere possa derivare dalle acque inquinate, la stessa atleta ha detto alla stampa belga di non essere certa al 100% che il problema sia l’acqua inquinata. Nonostante questi problemi, alcuni atleti brasiliani affermano che il malessere sia legato ad altra natura.