Lunedi 5 Dicembre

Olimpiadi Rio 2016, Di Francisca e quell’argento contro il terrorismo: “l’ho fatto per Parigi e Bruxelles”

LaPresse/Alfredo Falcone

Dopo la cerimonia del podio, Elisa Di Francisca ha sventolato la bandiera dell’Unione Europea per dare un segnale contro il terrorismo

Il cammino di Elisa Di Francisca termina quando fa più male. L’atleta azzurra si arrende in finale contro un’ostica Deriglazova per una sola stoccata: 12-11 il punteggio in favore della russa.

LaPresse/Alfredo Falcone

LaPresse/Alfredo Falcone

Un argento contro il terrorismo per Elisa Di Francisca che, dopo la festa del podio, sventola la bandiera dell’Unione Europeaper dare un messaggio che l’Europa esiste ed è unita, e solo unita può superare le barriere. L’ho fatto per Parigi, Bruxelles… Non dobbiamo dargliela vinta, ci vogliono chiudere in casa. Non dobbiamo avere paura l’uno dell’altro, altrimenti faremo il loro gioco“. A 33 anni, la carriera di una schermidrice può ancora essere lunga: “no che non smetto, ci proverò ancora più in là. Un rimpianto per la finale? Non aver sfruttato il tempo, e la moviola non l’ho mai chiesta per non perdere concentrazione“. Ribadita una certa ‘sudditanza psicologica’ degli arbitri verso la Russia (“E’ così, si sa, ma io ho sempre la coscienza a posto, cerco sempre di comportarmi bene“), la Di Francisca spende parole al miele per la sua compagna di nazionale Arianna Errigo: “sarebbe stato bello ritrovarla in finale come a Londra. E’ una persona che stimo e a cui voglio bene, merita tutto il meglio“.