Domenica 4 Dicembre

Olimpiadi Rio 2016 – Del Potro, ancora lacrime è finale: “non ci credo… è un film, un sogno!”

LaPresse/EFE

Del Potro e le sue lacrime dopo ogni vittoria: dall’ipotesi ritiro alla finale per l’oro a Rio 2016

LaPresse/Xinhua

LaPresse/Xinhua

Altra vittoria, altre lacrime. Juan Marin Del Potro non riesce a tenere a freno le sue emozioni e le esterna nel mondo più genuino possibile. Dopo ogni vittoria delle calde lacrime di gioia solcano il suo viso stanco ma felice. Dopo Djokovic, a cadere sotto i colpi dell’argentino è stato Rafa Nadal. Questione ‘di polso’ fra i due: entrambi con gravi proablemi che ne hanno condizionato la stagione, con Del Potro tornato dall’infortunio al polso da qualche settimana, Nadal giusto in tempo per giocare a Rio. Al tie break del terzo set è stato Del Potro a trionfare: “non riesco a crederci, meglio di così è impossibile, sembra un film. Sto vivendo un sogno, forse migliore di quello dello US Open 2009. Le mie emozioni sono altissime dopo ogni match. Il pubblico mi fa piangere in ogni partita. Vincere la medaglia è fantastico, durante la partita pensavo al sogno che avrei potuto realizzare vincendo. Penso alla mia famiglia, a Tandil, a tutta la gente che mi ha spinto a continuare a giocare a tennis quando ero a un passo dal ritiro“.

LaPresse/PA

LaPresse/PA

Del Potro ha poi commentato il match: “anche ora che ho vinto mi sento come se la vittoria mi stesse scappando di mano, contro Rafa non sei mai sicuro di vincere. Sul 5-4 per me mi sono concentrato sul mettere la prima di servizio per vincere, l’ho fatto ma mi ha brekkato a 0, il che dimostra quanto Rafa sia grande. Alla fine ho giocato aggressivo col dritto cercando il vincente e ce l’ho fatta. Finale con Murray? Non voglio neanche pensarci ora, cercherò di recuperare al meglio per vincere“.