Domenica 11 Dicembre

Olimpiadi Rio 2016, clamorosa decisione della giustizia brasiliana: il pugile Saada torna in libertà

Arrestato alla vigilia dei Giochi per presunte molestie sessuali, il pugile Saada è stato rilasciato ma non potrà abbandonare Rio

Dopo l’arresto avvenuto alla vigilia dei Giochi olimpici di Rio 2016, Hassan Saada, 22enne pugile marocchino, è stato rimesso in libertà provvisoria. L’atleta era stato arrestato con l’accusa di aver messo in atto presunte molestie sessuali nei confronti di due inservienti al Villaggio Olimpico. Saada non potrà abbandonare la città di Rio de Janeiro senza permesso e, come se non bastasse, è stato privato del suo passaporto. Il giudice, secondo quanto riportato dalla stampa locale, gli ha anche imposto il divieto di avvicinarsi alle sue presunte vittime e di tornare al Villaggio.