Sabato 3 Dicembre

Olimpiadi Rio 2016, calcio – Argentina out, il ct attacca: “l’Afa non mi paga, vivo con i soldi di mia figlia”

LaPresse/EFE

Dopo la clamorosa eliminazione dell’Argentina dai Giochi, il ct Olarticoechea attacca l’Afa chiedendo il pagamento degli stipendi

La gente ci critica, dice che pensiamo soltanto ai soldi. Sbagliano. Quando uno arriva a questo livello il denaro non conta, conta la maglia, quando perdi è un pianto totale.

LaPresse/EFE

LaPresse/EFE

E’ questo il sentimento di ogni giocatore“. In un’intervista a “Radio Continental” il ct della selezione olimpica argentina, Julio Olarticoechea, si sfoga dopo la clamorosa eliminazione nella fase ai gironi a Rio de Janeiro. “Io guadagno molto poco e non piango – assicura Olarticoechea, campione del mondo nel 1986 con Diego Armando Maradona -. Il mio assistente, Calderon, fa mille cose e guadagna 18mila pesos (circa 1.100 euro, ndr) al mese e da tre mesi non lo pagano. E anch’io… Ieri mi ha chiamato mia moglie e mi ha detto che sta chiedendo dei soldi a nostra figlia Johana che per fortuna fa la pasticcera e guadagna molto bene. Mi ha chiesto di parlare con i dirigenti dell’Afa, abbiamo bisogno di soldi, io li sto chiedendo a mia figlia. Non è un piagnisteo, è la realtà“. (ITALPRESS).