Sabato 3 Dicembre

Olimpiadi Rio 2016 – Boxe, Valentino Manfredonia shock: l’italo-brasiliano stecca in terra carioca

Non basta un 3° round di alto livello a Valentino Mnafredonia per evitare una strana sconfitta all’esordio contro Dauhliavets

Prova opaca, strana, inspiegabile per Valentino Manfredonia. Il pugile italo-brasiliano, nato a Recife, stecca l’esordio proprio alle Olimpiadi di Rio 2016. L’avversario non era nemmeno di grande livello: il bielorusso Dauhliavets, pugile che ama il contatto, l’ideale per la boxe a distanza di Manfredonia. Prime due riprese inspiegabili per l’azzurro: lento, impacciato e favorevole al contatto. L’avversario ha vita facile nell’ottenere i primi due round. Nel terzo si scuote  Valentino Manfredonia: una serie di colpi al mento ben riusciti, l’avversario che li sente tutti, barcolla, senza mai cadere. Il terzo round è italiano a mani basse, ma non basta: per decisione non unanime, i giudici danno la vittoria a Dauhliavets.