Venerdi 2 Dicembre

Olimpiadi Rio 2016, Blengini soddisfatto: “la squadra se l’è meritato”

Blengini e Birarelli raccontano le loro sensazioni dopo la vittoria di ieri contro l’Iran nella semifinale delle Olimpiadi di Rio 2016

E’ andata in scena ieri sera la sfida tra Italia e Iran valida per i quarti di finale del torneo di pallavolo maschile delle Olimpiadi di Rio 2016. Gli azzurri hanno battuto i loro tosti rivali col punteggio di 3-0 staccando così il pass per la semifinale contro gli USA.

Rio, l'Italvolley annienta l'Iran e accede alle semifinaliSiamo soddisfatti e orgogliosi di essere tra le prime quattro del torneo olimpico. Credo che la squadra lo abbia meritato“, queste le parole di Blengini dopo la vittoria.  “E’ stata una partita complicata. Eravamo tesi e nervosi anche perchè venivamo da una prima parte del torneo molto buona nella quale avevamo fatto cose davvero buone. Chiaramente la pressione l’avevamo noi, ma la squadra e’ stata brava a rimanere il più possibile tranquilla. Abbiamo lottato bene, Antonov è stato importante nell’economia della gara con i suoi turni al servizio, come spesso è già accaduto. Poi ci siamo sciolti rilassati e siamo riusciti a portare la vittoria a casa, credo meritatamente“, ha aggiunto il ct azzurro.

Rio, l'Italvolley annienta l'Iran e accede alle semifinaliSiamo molto contenti di aver raggiunto la semifinale, è stata una partita molto difficile. Siamo partiti male con tutti quegli errori in battuta che hanno favorito il loro gioco veloce. Nel primo set quindi gli abbiamo permesso di sviluppare le loro trame molto rapide. Dopo pero’ siamo migliorati e nel finale abbiamo avuto un ottimo cambio palla e questo ci ha consentito di spuntarla. Credo che le chiave sia stata quella, perdere un set sarebbe stato davvero rischioso. Vinto il primo parziale pero’ tutto e’ andato un po’ meglio e siamo riusciti a gestire il fatto che in battuta non era proprio la nostra giornata. Abbiamo comunque fatto delle buone cose e questo ci ha permesso di vincere questo importante match“, ha continuato il capitano Emanuele Birarelli.