Martedi 6 Dicembre

Olimpiadi Rio 2016, azzurri dell’arco ko: “ecco cosa non ha funzionato”

FOTO FITARCO

Niente da fare per la squadra maschile italiana di tiro con l’arco: troppi errori per gli azzurri

Italia fuori nell’arco a squadre maschile. La Cina vince 6-0, con un totale di 167-152. Gli azzurri, campioni a Londra 2012, sbagliano troppo fin dall’inizio e fanno fatica a recuperare. “Avremmo dovuto tirare come in allenamento”, spiega Marco Galiazzo. “Andava tutto bene, ma poi abbiamo cominciato a far gruppo a sinistra. Abbiamo spostato il mirino, ma nel frattempo i cinesi avevano gia’ la rosata giusta“.

GLI OLIMPICI MARCO GALIAZZO, DAVID PASQUALUCCI E MAURO NESPOLIL’Italia va subito sotto al primo set (51-55), ma crolla nel secondo (48-56) e per vedere un 10 azzurro bisogna attendere Pasqualucci al terzo (53-56). “Forse c’era un po’ di tensione e quindi tiravamo piu’ energici rispetto all’allenamento. Quando abbiamo raddrizzato era troppo tardi”, conclude Galiazzo. Secondo David Pasqualucci, invece, il mirino ha rubato troppe energie mentali: “Non abbiamo gettato la spugna, cercando sempre di recuperare. Credo, pero’, che ci siano stati errori troppo banali. Ci siamo concentrati troppo sul mirino, che andava a sinistra, e forse abbiamo perso di vista la causa principale. Abbiamo gestito male le energie“, spiega l’esordiente classe ’96. Amarezza anche per Mauro Nespoli, che fa autocritica: “Ero il primo a tirare e i miei 8 hanno condizionato la squadra negativamente. Forse non ci ha aiutato nemmeno saltare gli ottavi di finale, abbiamo accumulato troppo energie. Adesso, pero’, paradossalmente abbiamo altre risorse da poter sfruttare nell’individuale“. (ITALPRESS)