Domenica 11 Dicembre

MotoGp, Valentino Rossi tra ironia e realtà: “Marquez? Di questo passo lo raggiungo tra 100 gare”

LaPresse/EXPA

I piloti di MotoGp sono pronti ad affrontare la gara di Brno, Valentino Rossi, intanto, non sembra molto fiducioso sulla corsa al titolo

Dopo l’appuntamento del Red Bull Ring, i piloti della MotoGp sono pronti a scendere nuovamente in pista a Brno. Dopo il dominio austriaco, le Ducati arrivano in Repubblica Ceca per provare a bissare il successo di qualche giorno fa, ma Marquez venderà cara la pelle in sella alla propria Honda.

LaPresse/EXPA

LaPresse/EXPA

Valentino Rossi prova a cambiare marcia, ma lo spagnolo resta lontano nella classifica iridata: “in Austria ho rubato due punti a Márquez – si legge su AS – di questo passo in un centinaio di Gran Premi lo raggiungo. Per quanto riguarda il prossimo weekend, dovremo aspettare fino al prossimo venerdì per vedere dove sarà Ducati in un altro circuito, è presto per dirlo. Qui la Ducati era molto veloce, ma non mi ha impressionato la velocità in rettilineo. Mi ha impressionato la capacità di andare più veloci e stressare meno gli pneumatici rispetto a noi. Penso che la Ducati sarà molto competitiva a Brno perché è una pista molto veloce, dove la quinta e la sesta marcia si impegnano molte volte, quindi la moto è forte.Sicuramente dobbiamo preoccuparci, ma ci sarà aspettare fino a Venerdì”.

LaPresse/Alessandro La Rocca

LaPresse/Alessandro La Rocca

Infine Valentino Rossi ha commentato la sospensione di Romano Fenati dallo Sky Racing Team VR46 Team: “vorrei trovare le parole giuste per spiegarlo. Per noi è un gran peccato, una sconfitta. Avevamo sperato per aiutare Fenati, che ha un grande talento, e di trasformarlo in un pilota professionista, ma ci siamo arresi. Non ci siamo riusciti, e penso che non potrà più correre con noi, penso che sia una posizione definitiva. E’ stata una decisione difficile, ma molto riflessiva. Diciamo che a volte Fenati non si controlla. E se succede una volta, due volte… Ma se sono molte volte e ogni tre o quattro gare siamo di nuovo al punto di partenza, non c’è nessuna soluzione“.