Mercoledi 7 Dicembre

MotoGp, Noccioli racconta Rossi: “era indisciplinato e non si allenava”

Mauro Noccioli, primo capotecnico di Valentino Rossi racconta il “Dottore” di 20 anni fa

Esattamente il 18 agosto di 20 anni fa Valentino Rossi conquistava la sua prima vittoria, a Brno, dove si trova adesso per il nuovo appuntamento del mondiale 2016.

LaPresse/Alessandro La Rocca

LaPresse/Alessandro La Rocca

In occasione di questo anniversario, Mauro Noccioli, primo capotecnico del Dottore, racconta Valentino da ragazzo: “a quei tempi Valentino non era certo uno che si allenava, non andava in palestra, tutto quello che faceva gli veniva d’istinto e naturale“, ha spiegato in un’intervista a La Gazzetta dello Sport.

valentino rossiA quei tempi Valentino non era certo uno che si allenava, non andava in palestra, tutto quello che faceva gli veniva d’istinto e naturale. Non erano tutte rose e fiori: era estroverso e indisciplinato, un po’ come tutti a quell’età. Anzi, per meglio dire, come tutti i campioni: non ce n’è uno che sia stato semplice da domare da giovane. Noi ci riuscimmo, creando attorno a lui un gruppo di tecnici-amici, con il quale Rossi stava giorno e notte: alle gare europee dormivano insieme nel camion, fuori dal box giocavano a qualsiasi cosa“, ha aggiunto.

LaPresse/EFE

LaPresse/EFE

Solo lui ha fatto una carriera così e adesso sta dando addirittura il meglio di sé. Ci riesce perché è un ragazzo intelligente, osserva tutto e impara da tutti, come ha dimostrato quando è tornato in Yamaha dopo essere stato in Ducati: per essere nuovamente competitivo, ha cambiato stile di guida. Sotto questo aspetto, è davvero impressionante», spiega Noccioli, uno dei primi a credere nelle qualità di Valentino, ma lui stesso stupito per le imprese di questo campione straordinario“, ha concluso Noccioli sul Valentino di oggi.