Martedi 6 Dicembre

MotoGp, la Michelin non ci sta: “non è mai stato un problema di sicurezza”

LaPresse/EXPA

Piero Taramasso, responsabile Michelin nei Gran Premio di MotoGp, ha detto la sua dopo quanto accaduto a Brno

Si è tenuto domenica scorsa il Gran Premio della Repubblica Ceca. A Brno i piloti della MotoGp sono tornati in sella per una nuova appassionante sfida. Diversi i problemi che hanno riscontrato molti piloti con le gomme Michelin sull’asfalto ceco. Impresse in molti di appassionati sono le immagini dello pneumatico della moto di Andrea Iannone.

michelin iannoneDopo le tante critiche e polemiche, il responsabile della Michelin ha deciso di dire la sua: “la gomma extra morbida che quasi tutti i piloti hanno usato è ideale con tanta acqua. Ma negli ultimi giri si è corso con pista asciutta, la mescola si è surriscaldata e il battistrada si è staccato. Per noi, però, non è mai stato un problema di sicurezza, la struttura non cede. La scelta buona che avevamo indicato era quella dura, usata da Crutchlow, Baz e Rabat, nessuno ha voluto montarla perché non l’avevano mai provata e perché i team erano convinti che sarebbe piovuto ancora“, ha dichiarato Piero Taramasso.

Avevamo la C al Sachsenring e la porteremo anche a Silverstone. Dove forniremo anche la B e la D.Vorremmo organizzare un test sul bagnato prima della tripla extraeuropea, ma il problema è soprattutto come usi le gomme. Non mi ha sorpreso quello che è successo a Brno, perché la mescola non era fatta per durare in quelle condizioni, piuttosto mi ha sorpreso che alcuni piloti l’abbiano gestite meglio: chi ha risparmiato le gomme all’inizio, poi alla fine ha avuto un vantaggio, come Valentino, Marquez o Barbera, rispetto a chi pensando al cambio moto ha spinto subito forte. Quella stessa mescola al Sachsenring non ha dato problemi“, ha concluso il tecnico Michelin.