Martedi 6 Dicembre

MotoGp, la Ktm attacca la Ducati: duro affondo nei confronti del team di Borgo Panigale

LaPresse/EXPA

Il CEO di Ktm Stefan Pierer ha criticato l’ingaggio di Lorenzo da parte della Ducati in vista della prossima stagione

In vista dell’esordio in MotoGp previsto per la prossima stagione, la Ktm comincia a scaldare i motori, provando ad ottenere una wild card per debuttare già al prossimo Gp di Valencia.

KTM-MotoGP-2017In sella alla moto austriaca ci saranno Pol Espargarò e Bradley Smith, due piloti provenienti dal team Yamaha Tech3 sui quali il CEO Stefan Pierer ha deciso di puntare per affrontare la prossima stagione. Ciò che non convince il numero uno del team austriaco è l’affare Lorenzo, troppo rischioso per le casse della Ducati: “la Ducati ha ingaggiato Lorenzo per 12 milioni – ha sottolineato l’austriaco a Motorsprint – e nonostante questo, non sono sicuri di vincere perché quando piove lui va in crisi. E a quel punto non conta guidare la moto migliore. Per quanto ci riguarda, saremo competitivi in tempi relativamente brevi. Ciò che ha fatto la Suzuki ha il mio più sincero rispetto, quindi puntiamo ad ottenere ciò che hanno ottenuto loro. Traguardo a lungo termine? Vincere il Mondiale! Non siamo in questo campionato con lo spirito olimpico, non siamo qui per partecipare oppure solo per onore. Vogliamo salire sul podio”.