Sabato 3 Dicembre

Moto3, rottura Fenati-VR46 Racing Team: finalmente parla Romano

LaPresse/Efe

Dopo qualche settimana di silenzio Romano Fenati finalmente parla di quanto accaduto col VR46 Racing Team

Sono ormai passati diversi giorni dall’ufficialità della rottura tra Romano Fenati e il VR46 Sky Racing Team. Il pilota di Ascoli non fa più parte della squadra di Valentino Rossi.

Il team del Dottore di Tavullia ha sospeso il giovane pilota alla vigilia del Gran Premio d’Austria, primo appuntamento al rientro dalla pausa estiva. Dopo le dichiarazioni della mamma di Fenati, ecco finalmente arrivare le prime parole di Romano.

LaPresse/Alessandro La Rocca

LaPresse/Alessandro La Rocca

Si è scritto di liti e pass da me tirati in faccia, ma non è assolutamente accaduto nulla di ciò. Ho semplicemente chiesto spiegazioni al mio capotecnico sul perché avessi un distacco così grande in qualifica. Poi c’è stata una riunione fra mia madre, che è l’amministratore delegato della società che cura i miei interessi, e i responsabili del team. Io, per contratto, avrei dovuto avere un mio personale tecnico delle sospensioni e questo punto non era stato rispettato. Si è cercato un accordo per proseguire la collaborazione, ma non è stato trovato“, ha raccontato il giovane pilota a La Stampa.

Provo fastidio quando vedo ingiustizie o superficialità. Allora cerco di avere spiegazioni.  E’ giusto maturare tecnicamente, ma una persona deve rimanere se stessa. Non si può cambiarla o costruirla a tavolino, per me è meglio un ‘vaffa’ detto in faccia che una coltellata alle spalle. Non mi sentivo me stesso. Diciamo che venivo indirizzato, era tutto pre-costruito, mentre io sono un tipo istintivo“, ha concluso Fenati.