Sabato 10 Dicembre

Moto3, rottura Fenati-VR46: la versione di Romano, raccontata da mamma Sabrina

LaPresse/Alessandro La Rocca

La madre di Romano Fenati racconta cosa è successo con la VR46 Academy

Alla vigilia del Gran Premio d’Austria Romano Fenati è stato sospeso dallo Sky Racing Team VR46 e non ha quindi potuto disputare la sua gara sul circuito del Red Bull Ring. Qualche giorno fa invece è arrivato il comunicato ufficiale della rottura tra il giovane pilota e il team di Valentino Rossi

LaPresse/EFE

LaPresse/EFE

Dopo un po’ di silenzio, ecco venir fuori la versione di Fenati. A raccontarla però non è Romano, ma sua mamma. “La discussione con gli addetti di Sky VR46 è avvenuta in gran parte con me. Inoltre sono titolare dei diritti d’immagine e sportivi del pilota Romano Fenati, tramite la società FennyFive srl”, ha spiegato la madre di Fenati in un’intervista a La Gazzetta dello sport. “Nella hospitality del team ho chiesto a Pablo Nieto (direttore sportivo; n.d.r.) perché a Zeltweg non ci fosse ancora per Romano il tecnico delle sospensioni, che manca dal GP di Francia e l’arrivo del quale ci era stato garantito dal direttore tecnico Pietro Caprara. Nieto mi ha urlato contro, mi ha detto che non erano cose che mi riguardavano. Io avevo un tono tranquillissimo. La presenza di un tecnico WP era prevista dal contratto“, ha continuato mamma Sabrina.

LaPresse/Efe

LaPresse/Efe

Nieto mi voleva convincere che era stato Romano a non volere il tecnico nel box. A me risultava il contrario. Così ho mandato a chiamare mio figlio e siamo andati dal capo del team. Presenti io, Salucci, Caprara e Romano. Abbiamo esposto il problema, Caprara ci ha detto che le sospensioni a ogni turno venivano date al tecnico WP nel loro centro assistenza e quindi potevamo stare tranquilli. Ma così fanno i piloti privati. E il contratto impone cose diverse. Salucci ha cominciato a dire che Fenati non si comportava bene, che non voleva abitare a Pesaro, che non seguiva il nutrizionista del team, che non voleva allenarsi al Ranch di Valentino“, ha continuato a spiegare mamma Sabrina, affiancata da suo figlio Romano.

LaPresse/EFE

LaPresse/EFE

Mio figlio, per contratto, deve prepararsi con il team solo due mesi l’anno, da gennaio a marzo. Dispone di una sua struttura: nutrizionista e preparatore, gli stessi che lo seguono da sempre. Pesaro non è il suo ambiente, sta due ore in palestra e 22 chiuso in casa. Ha bisogno dei suoi amici. Perciò ha chiesto a VR46 schede di allenamento da seguire a casa, ma Salucci ci ha urlato che le schede ce le sognamo, sono frutto di 20 anni di esperienze di Rossi“, ha aggiunto in risposta a chi si lamenta che Romano si allenava poco con gli altri.

Ancora incerto il futuro di Fenati, ma mamma Sabrina e Romano “contano sulla professionalità di Rossi. Romano è sotto contratto con Academy VR46, siamo fiduciosi che ci trovino una moto“, ha concluso la madre di Fenati.