Giovedi 8 Dicembre

Milan, la ricetta di Montella: che stoccata alle precedenti gestioni!

LaPresse/Spada

Vincenzo Montella racconta il suo Milan e si dichiara ottimista per il futuro: “ho iniziato a risolvere qualche problemino”

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Milan, la cura Montella – Pensiero chiaro, concetto che rimbomba nell’ambiente rossonero sempre più scosso da un’interminabile telenovela societaria. Perché le stagioni scorse sono state fallimentari? Mancavano entusiasmo e convinzione in se stessi. Ora qualche problemino penso di aver iniziato a risolverlo. L’entusiasmo per me è la convinzione con cui fai le cose. L’allenatore deve essere capace di alimentarlo e mantenerlo. Io sono un passionale, se non lo fossi non lavorerei 18 ore al giorno”, firmato Vincenzo Montella. Nonostante la difficile situazione in cui si trova a lavorare, l’Aeroplanino sembra aver già dato una piccola impronta al suo Milan.

LaPresse/Spada

LaPresse/Spada

Milan, la cura Montella – Il bilancio è decisamente positivo – afferma Montella nel corso di una lunga intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sportmi è servito per conoscere bene l’ambiente, per stare più insieme ai miei calciatori. Anche se alla tournée avrei preferito il preliminare di Europa League. Il Milan non può stare senza Europa. Comunque ritengo che siamo più avanti rispetto a quanto mi sarei atteso dopo un mese. Bacca? E’ forte, fa gol, e la punta deve fare quello, anche se non sono gol spettacolari. Carlos ti fa fare la differenza, non sono d’accordo con chi lo reputa poco incline al mio gioco. Menez invece probabilmente non sentiva più suo l’ambiente. E’ stato un addio sereno, ma per un allenatore perdere un giocatore è una sconfitta”.