Venerdi 9 Dicembre

Juventus, urlo Higuain: “più dite che sono grasso più segno. Gol? Vi svelo un retroscena”

LaPresse/Daniele Badolato

Al gol all’esordio contro la Fiorentina, Higuain racconta i suoi primi periodi alla Juventus e risponde ai critici: “più dite che sono grasso più segno”

LaPresse/Daniele Badolato

LaPresse/Daniele Badolato

Juventus, Higuain risponde ai critici – Grasso che cola, ma in termini di gol. Il primo in gare ufficiali con la Juventus è arrivato dopo appena 8 minuti e 26 secondi dal suo ingresso in campo contro la Fiorentina. Gonzalo Higuain ha già ‘conquistato’ il popolo bianconero e la ricetta per proseguire la storia d’amore con il suo nuovo club, l’argentino la conosce benissimo: gol, gol e ancora gol. Alla faccia delle critiche su qualche chilo di troppo. “Meglio se continuano a dire che sono grasso, io continuo a fare goal. Dai, sto bene, sono venti giorni che mi alleno e sinceramente non capisco tutto questo interesse sulle mie condizioni”.

LaPresse/Daniele Badolato

LaPresse/Daniele Badolato

Juventus, Higuain risponde ai critici – In un’intervista esclusiva rilasciata a TuttoSport, Higuain racconta le emozioni del gol all’esordio e le sue prime settimane da giocatore della Juventus: “si sognano sempre notti come quella, non sempre si realizzano. Questa volta è andato tutto come nei sogni. Il goal? Da fuori poteva anche sembrare facile, ma vi garantisco che era molto difficile”. Higuain svela un retroscena prima del suo ingresso in campo contro la Fiorentina: “quel coro mentre mi scaldavo mi ha gasato. Sono cose che aumentano la voglia di entrare e fare goal. E quella voglia era già speciale”.

LaPresse/Daniele Badolato

LaPresse/Daniele Badolato

Juventus, Higuain risponde ai critici – Higuain racconta poi il suo impatto con il mondo Juventus: “è vero, qui si lavora moltissimo e me ne sono reso conto. ma è questo che ti fa vincere, come si è visto nella partita contro la Fiorentina. Abbiamo sofferto un po’, ma alla fine si è vinto. Buffon mi ha parlato e mi ha detto parole importanti. ma tutta la squadra mi ha accolto molto bene, quando mi sono allenato per la prima volta con loro mi sembrava di essere da tanto tempo qui. Ed è una sensazione fondamentale per un calciatore”.