Sabato 3 Dicembre

Juventus, consigli (interessati) per gli acquisti: “Witsel è forte come Pogba”

LaPresse/PA

Tra i possibili sostituti di Pogba, la Juventus pensa anche a Witsel: a ‘sponsorizzarlo’ ai bianconeri è anche l’allenatore dello Zenit

Foto LaPresse - Daniele Badolato

Foto LaPresse – Daniele Badolato

Witsel dopo Pogba, la Juventus ci pensa – Porte girevoli nel centrocampo della Juventus. Nonostante la dichiarazione di rinnovato amore ai colori bianconeri ad un tifoso a New York, Paul Pogba è sempre più vicino al trasferimento al Manchester United. E con il recupero di Marchisio più lungo del previsto, in casa Juventus è corsa al rinforzo in mediana: un’idea sul tavolo bianconero è quella di Axel Witsel, talento belga dello Zenit. Un profilo che l’allenatore del club russo Mircea Lucescu elogia nel corso di un’intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport: “

LaPresse/PA

LaPresse/PA

Witsel dopo Pogba, la Juventus ci pensa – “Vuole andare via, ma è un bravissimo ragazzo, non ci crea problemi e non ci pressa. Aspetta. Anch’io sono stato giocatore, capisco la situazione. Se arriverà una buona proposta, che accontenta sia lui che il club, bene. Per la Juventus prenderlo adesso rispetto a parametro zero l’anno prossimo vorrebbe dire anticipare i tempi e avere subito uno che è già pronto a giocare. Chissà, magari potremmo anche convincerlo a continuare con noi, è un calciatore la cui presenza è essenziale nelle squadre in cui milita.

LaPresse/ Fabio Ferrari

LaPresse/ Fabio Ferrari

Witsel dopo Pogba, la Juventus ci pensa – Ha personalità ed è universale, copre tanto campo, in mezzo può giocare in tutti i ruoli e insieme a chiunque, tecnicamente è bravissimo, gioca con due piedi. Può fare il Marchisio e dare allo stesso tempo anche qualcosa in più nella fase offensiva, perché sa farsi valere negli inserimenti ed è forte in area. Anzi, non vedo differenze al momento tra lui e Pogba se non, forse, la gioventù. E agli ultimi Europei al francese è mancata un po’ l’esperienza nell’adattarsi a un contesto nuovo, cosa che Witsel avrebbe sicuramente”.